vedi flickr (www.flickr.com): Antonio Palermi Il versante ovest dei Monti della Laga, a differenza di quello est, presenta profondi ed incassati valloni. A volte sono troppo ripidi ma spesso hanno la pendenza giusta per divertenti sciate. Cavallo di Voceto è il nome di un crinale che fa da spartiacque a due torrenti, a sinistra il fosso del Molinaro e a destra il fosso di Iaccio Porcelli; il primo scende da Pizzo di Sevo l'altro da Cima Lepri. Entrambi scorrono in valli che, in condizioni di assoluta stabilità, possono essere percorse con gli sci.

Il vallone di Iaccio Porcelli è un lungo e continuo canale che presenta una inclinazione costante e che inizia proprio nei pressi della vetta di Cima Lepri. La parte bassa è incassata e stretta e va percorsa quando i pendii laterali sono stabili. La salita può essere fatta direttamente nel canale oppure, quando le condizioni meteo sono buone, dal Cavallo di Voceto per la Forca e la cresta nord di Cima Lepri, un poco più lungo ma molto più panoramico. Si tratta, in conclusione, di un itinerario dove l'aspetto sciistico non è secondario, anzi, e che soddisfa la maggior parte dei palati.

Accesso

Da Amatrice prendere la strada che scende verso la Salaria (SS 4). Dopo poche centinaia di metri si gira a destra per Voceto che si raggiunge dopo circa 3 Km circa.

Salita

Da Voceto (1067 m) si prende la strada sterrata che sale dritta dal paese e costeggia sulla sinistra le ultime case. In breve si giunge ad un bivio (questo punto è raggiungibile in auto da San Martino), continuare a sinistra e dopo alcuni tornanti si arriva ad uno slargo nei pressi delle opere di captazione dell'ENEL (1355 m, 045 ore, 3 Km dal paese). Poco prima dello slargo, sulla destra, inizia una pista che con alcuni tornanti sale verso il crinale. La si segue per un lungo tratto quindi ci si dirige verso l'imbocco della valle del fosso di Iaccio Porcelli proprio alla base dello sperone del Cavallo di Voceto (a destra il fosso del Molinaro con la sua cascata # ). Con un traverso # si entra nel vallone, all'inizio molto stretto #. Una volta nel vallone # lo si segue # tenendosi sempre sul fondo e aggirando eventuali salti scoperti #. A q. 1660 circa si devia nettamente a destra e si prende il canale che scende dritto dalla vetta. Per questo # si rimonta il versante ovest, fino alla cresta sommitale dove, verso destra, in breve, si raggiunge la vetta # (2445 m, 3.30 ore).

Discesa

Per l'itinerario di salita.


Dati tecnici

  • Dislivello: da Voceto 1400 m circa, dalla chiusa 1100 m circa
  • Difficoltà: BS
  • Orario salita: 3.00/4.00 ore
  • Sviluppo salita: 6.5 Km dalla chiusa, 9.5 Km da Voceto
  • Esposizione: Ovest
Bibliografia
  • La montagna incantata vol. 1
  • Tracce di sci in Appennino
Cartografia
  • Carta 1:25000 Monti della Laga - Società Editrice Ricerche
  • Carta 1:25000 - CAI Sezione di Teramo

Immagini

Foto tratte da logo flickr Flickr (Antonio Palermi)

{jacomment on}