vedi flickr (www.flickr.com): Antonio Palermi Avevamo sentito dire che erano state attrezzate delle vie di arrampicata al Monte Bicco e spinti dalla curiosità siamo andati a vedere (ebbene si, anche noi come le femmine, siamo molto curiosi).
Effettivamente proprio sotto la cima, sono state attrezzati diversi itinerari, (circa 20); si tratta di percorsi molto vari come difficoltà e lunghezza. Proprio ques'ultima è uno dei fattori limitanti della zona: diverse vie sono lunghe 7-8 metri altre si aggirano sui 15 e solo 1 o 2 raggiungono i 20 m. Di contro per arrivare fin lassù occorrono circa 1.30 ore (700 m di dislivello circa).
La giornata scelta non è stata una delle più felici, il freddo pungente (siamo sui 2000 m) e la neve alla base non sono il massimo per arrampicare, per questo ci scusiamo se i gradi che diamo possono risultare non esatti. Come dicevamo si tratta di un sito abbastanza piccolo, uno "scoglio" roccioso poco sotto la cima, la roccia è ottima e l'arrampicata è quasi sempre su placca. 

Le protezioni sono generalmente a fix e alcune un po' distanti; anche le soste sono eterogenee, alcune con catene e moschettone # altre con cordini # . Le difficoltà (non avendo ripetuuo tutte le vie non siamo in grado di essere precisi) sono molto varie, si va dal IV ad oltre il 6b.
Alcuni itinerari erano già stati aperti con attrezzatura classica (chiodi # ) che ancora sono in loco. Non penso che torneremo ad arrampicare su queste placche, se come aspetti favorevoli abbiamo il panorama e la roccia ottima, di contro l'avvicinamento e l'altezza degli itinerari ne limitano fortemente la fruibilità: peccato!  - Per ulteriori informazioni vedi qui

Accesso

Arrivati a Frontignano si parcheggia davanti all'Hotel Felycita (1342 m). Prendere la pista che a destra dell'albergo sale dritta nel bosco. Dopo circa 15 minuti si oltrepassa la stazione di partenza della seggiovia (1470 m circa) e si continua per il canalone sede della pista di sci invernale verso sinistra. Per questo monotamente fino a dove piega verso sinistra, qui lo si lascia per prendere un sentierino sulla sinistra che prima dentro un canalino poco marcato poi per una cresta giunge alla statua di un cristo # vicino ad un rifugio (bar) e alla parte alta degli impianti (1800 m circa, 1 ora), qui si vede bene la parete da raggiungere # . Si prosegue dritti sotto gli impianti fino ad incrociare un sentiero che in piano conduce alla sella poco prima della cima del Monte Bicco (2025 m circa). Per un ghiaione si scende nel canale dove da subito iniziano i tiri attezzati (1.15/1.30 ore).

Note

Attenzione poichè nella zona limitrofa (Monte Bove) vige da marzo 2009 il divieto di accesso emanato dall'Ente Parco per la reintroduzione del camoscio# .

Immagini

Foto tratte da logo flickr Flickr (Antonio Palermi)

{jacomment on}