vedi flickr (www.flickr.com): Antonio Palermi Siamo nella parte settentrionale dei monti della Laga, una zona facilmente accessibile ma pochissimo conosciuta e valorizzata. Qui i boschi la fanno da padrone e intere valli sono interamente coperte da selve. In basso, fino a circa 1000 m, è il regno del castagno sopra questa quota invece domina incontrastato il faggio. Le escursioni in queste valli sono quindi avare di panorami, il fitto manto boschivo spesso impedisce la visuale per gran parte del percorso e trovare delle gite che soddisfino "l'appettito" dell'escursionista non è facile. Il fosso di Noce Andreana racchiude una "chicca" inaspettata e vale sicuramente una visita. Una antro con dentro delle costruzioni in muratura sotto una cascata d'acqua: la grotta di Sasso Petruccio. Un posto molto caratteristico e suggestivo.

Il percorso si svolge praticamente tutto nel fondo della valle formata dal fosso di Noce Andreana, un torrente che nasce dalle balze rocciose del monte Scalandro e termina nel fiume Tronto proprio nei pressi di Quintodecimo, una frazione di Acquasanta Terme. Il paese deve il suo nome al fatto di trovarsi, lungo la Salaria, a quindici miglia da Ascoli Piceno.
Un escursione abbastanza semplice ma che comunque richiede un minimo di esperienza, il sentiero a tratti è ingombrato da tronchi caduti e nel tratto finale non sempre è ben netto. E' possibile percorrerlo tutto l'anno ma la stagione migliore rimane la primavera inoltrata auando la portata del torrente è al massimo e l'acqua diventa l'elemento caretteristico dell'escursione.

Dai un voto a questa escursione: 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 3.31 (13 Votes)

Accesso

Giunti a Quintodecimo, lungo la Salaria, a pochi chilometri da Acquasanta, si parcheggia nella piazzetta che si trova proprio oltre il ponte sul fiume Tronto (fontana).

Salita

Dalla piazza di quintodecimo (430 m circa #, chiesa #), si salgono le scalette all'interno del paese fino alla sommità del borgo dove si trova la chiesa principale con un bel portale in travertino #. Dalla chiesa si segue la stradina che scavalca una cresta e scende alle ultime case del paese. Si segue la strada che sale ripida per un tratto quindi torna pianeggiante ed entra nella valle (si lascia a sinistra una sterrata che sale). Dopo un tratto che costeggia a pochi metri il torrente un cartello di divieto d'accesso # ci ricorda che è vietata la circolazione ai veicoli a motore. La strada, di recente costruzione, prosegue nella valle senza problemi, sempre costeggiando il fosso fino ad arrivare ad un ponticello di cemento (548 m, 0:30 ore). Qui si lascia questa pista che prosegue ancora nella valle e si prende il sentiero che inizia a sinistra del ponte #. Dopo poco si incontrano dei gradini # # che permettono di superare una lastra di arenaria poi altre scalette e il sentiero si fa più ripido fino a scavalcare un crinale che permette di entrare in questa valle secondaria, poco visibile dal basso. Adesso la multattiera prosegue senza strappi, abbastanza pianeggiante. Dopo un breve tratto si supera un fosso che forma una cascatella (Rio della Storra, 725 m circa) con un casolare nei pressi #. Dopo questo corso d'acqua il sentiero prosegue lungamente costeggiando sempre il versante tenendosi a poche decine di metri dal fondo del torrente, purtroppo diverse piante abbattute dalla neve rendono a tratti il percorso poco agevole. A quota 775 circa il sentiero raggiunge il fondo del fosso, lo si attraversa e si rimonta l'altra sponda. Si superano dei vecchi muri a pietra e dopo uno stretto passaggio sul bordo del torrente si giunge ad una confluenza tra due piccoli torrenti. Si prende a sinistra e per tracce di sentiero si sale un ripido pendio, il sentiero si fa più netto e ad un bivio occorre traversare nettamente a sinistra. dopo pochissimo si è al cospetto della grotta di Sasso Petruccio (800 m circa, 1:30 ore #).

Discesa

Per lo stesso itinerario di salita (1:15 ore).


Dati tecnici

  • Dislivello: 450 m circa
  • Difficoltà: E
  • Orario complessivo A/R: 3:00/4:00 ore
  • Segnaletica: inesistente
Bibliografia
  • Monti della Laga - le più belle escursioni - edizione del 1990 - Società Editrice Ricerche
Cartografia
  • Carta 1:25000 Monti della Laga - Società Editrice Ricerche

Galleria fotografica

Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana
Escursionismo Laga - Fosso di Noce Andreana

Foto tratte da logo flickr Flickr (Antonio Palermi)

{jacomment on}