La Sibilla con gli sci è una salita scialpinistica di grande soddisfazione. Questa vetta è una delle più panoramiche ed aguzze del gruppo dei monti Sibillini, i due versanti che dividono la cima precipitano per oltre mille metri con una pendenza impressionante. Il versante nord, in modo particolare, si getta a picco sulla sottostante valle del Tenna e spesso, salendo lungo la cresta, gli sci passano a poca distanza da questo pendio. In caso di neve dura o in presenza di cornici potrebbe essere indispensabile togliersi gli sci e salire con piccozza e ramponi. Così come può essere necessario calzare i ramponi per superare la breve fascia rocciosa conosciuta come "La Corona" della Sibilla. Di recente questo passaggio è stato attrezzato con una catena d'acciaio e, se sgombra dalla neve, è un valido aiuto.

In molti preferiscono fermarsi prima ed evitare questo tratto esposto; anche così la discesa è molto divertente e le difficoltà alpinistiche sono ridotte. Durante la salita si supera il rifugio Sibilla 1540, chiuso d'inverno ma munito di un locale invernale. Una gita di tutto rispetto, con vedute stupende sulla valle del lago di Pilato e su quella dell'Infernaccio. Un po' difficile da trovare in condizioni ottimali poichè occorre un innevamento fino a bassa quota, vento non eccessivo e ridotto pericolo di valanghe. Occorre avere una sufficiente pratica alpinistica.

Dai un voto a questo itinerario: 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.20 (10 Votes)

Accesso

La salita inizia dalla strada (non aperta d'inverno) che sale al rifugio Sibilla, poco dopo la frazione Collina per chi viene da Montemonaco (2,5 Km circa), poco oltre Isola San Biagio per chi viene da Montefortino.

Salita

Dal bivio (980 m circa) si segue per un tratto la strada poi, a quota 1100 m circa si sale dritti su terreno aperto #, tenendosi nei pressi della linea elettrica # che termina al rifugio Sibilla. Dal rifugio (1540 m, 1:15 ore # #), si continua obliquando leggermente verso destra risalendo sul fondo di un valloncello # (in alternativa si può salire dritti sopra il rifugio). Giunti alla sella (1770 m circa, 1:45 ore) nei pressi del monte Zampa, si segue la lunga e panoramicissima cresta est # #. A quota 2060 circa occorre togliersi gli sci e risalire un breve tratto roccioso (La Corona, catena # # #). Superato questo "muretto" si possono calzare di nuovo gli sci fino in vetta al monte Sibilla (2173 m, 3:00 ore, croce #).

Discesa

Per lo stesso itinerario di salita.

tracciato di scialpinismo, da collina al monte sibilla per il rifugio sibilla 1540, discesa per lo stesso itinerario - monti sibillini

Dati tecnici

  • Partenza: Collina (980 m circa)
  • Difficoltà: BSA
  • Dislivello complessivo: 1200 m circa
  • Orario complessivo: 4:30/5:30 ore ore
  • Sviluppo in salita: 7,5 Km circa
  • Esposizione: sud-est il pendio, est la cresta.

Cartografia

  • Monti Sibillini 1:25.000 - SER
  • Atlante dei Monti Sibillini 1:25.000 - SER
  • Monti Sibillini 1:25.000 - Ed. Multigraph

Immagini

Foto tratte da logo flickr Flickr (Antonio Palermi)